Il BirrificioCOME SPILLIAMO

Il Chiostro produce birra artigianale rifermentata in bottiglia. Si tratta di un processo altamente complesso che rende il prodotto finale di altissima qualità, conservando però la vera essenza delle materie prime utilizzate. La presenza dei lieviti posati sul fondo delle bottiglie, garantisce la sua artigianalità e consente un eccellente controllo batterico, che regala alle birre Il Chiostro il loro personale e caratteristico gusto, differenziato per ogni varietà.

http://www.birrificioilchiostro.it/wp-content/uploads/2019/04/sottobicchiere-con-birra.png

La produzione consiste essenzialmente in quattro fasi principali:

L'ammostamento, chiamato anche ammostatura è un processo, pure utilizzato nella birrificazione e nella distillazione, che consiste nel mettere una miscela di cereali macinati detti grani (in genere malto d'orzo, a cui se ne possono aggiungere altri come frumento, avena, farro, ecc.) in acqua calda a determinate temperature.
Filtrare la birra stabilizza il sapore, e dà alla birra la sua lucentezza e brillantezza. Non tutte le birre vengono filtrate. Quando viene applicata un'imposta di fabbricazione dalle leggi locali, di solito viene inserita in questa fase in vasca di calibrazione.
La bollitura degli estratti di malto, ne assicura la sterilizzazione e impedisce quindi la proliferazione batterica. Durante la bollitura si aggiunge il luppolo, che contribuisce a dare il gusto amaro, sapore, aroma e altri composti alla birra, e, inoltre con il calore della bollitura, consente alle proteine del mosto di coagulare e determina anche la caduta del pH. Infine, i vapori prodotti durante l'ebollizione consentono il volatilizzarsi di sapori non graditi, compresi quelli dei precursori del solfuro dimetile.
Dopo la centrifugazione, il mosto deve essere portato alla temperatura di fermentazione (20-26 °Celsius)[38] prima di aggiungere il lievito. Nei birrifici moderni questo processo è realizzato attraverso una lastra scambiatore di calore. Uno scambiatore di calore a piastre ha molti piatti increspati, che formano due percorsi separati. Il mosto viene pompato nello scambiatore di calore, e passa attraverso le piastre. Il mezzo di raffreddamento, di solito l'acqua, passa attraverso gli spazi. I dorsi dei piatti garantiscono un flusso turbolento.

SIMONE
DELLA PORTA
Il Mastro Birraio

01234567890012345678900123456789001234567890

Birre Spillate

012345678900123456789001234567890                     %

Processo Certificato

012345678900123456789001234567890

Bottiglie al Giorno

012345678900123456789001234567890                     %

Artigianale

PREMI E RICONOSCIMENTI

Il Birrificio ha ottenuto, nelle edizioni 2013, 2015 e 2017 il riconoscimento della CHIOCCIOLA della Guida alle birre d’Italia – Slow Food.

  • Gold Ale, BIRRA QUOTIDIANA, Guida alle birre d’Italia – Slow food, 2015.
  • Irish Ale, GRANDE BIRRA, Guida alle birre d’Italia – Slow food, 2015.
  • Once Upon a Time, GRANDE BIRRA, Guida alle birre d’Italia – Slow food, 2015.

Nel 2014 SATIVA ha ottenuto il primo premio nella categoria “Best Hemp Product”, presso lo Spannabis 2014.